Crea sito

TSRM ESPERTO QUALIFICATO e MASTER UNIVERSITARI

09-06-2014

Care Colleghe e Colleghi,

1) Mi è stato segnalato che

Faccio presente inoltre che il 7 aprile c.a. durante la riunione degli Esperti Qualificati, con la rappresentanza del Ministero della Salute, quando si è trattato di spingere affinchè sia riconosciuta anche la laurea magistrale in tecniche diagnostiche per partecipare all’esame di Esperto Qualificato… NON ERA PRESENTE NESSUN RAPPRESENTANTE DELLA FEDERAZIONE E DEL COLLEGIO…. Vergognoso !!

E’ venuta una rappresentante, 10 minuti, per i saluti, e se NE E’ ANDATA !!!!!!”

GG

 

In effetti la normativa in vigore prima del D.lgs 230/1995, prevedeva che i TTSSRM potessero conseguire l’abilitazione di I e II Grado per l’iscrizione nei rispettivi elenchi degli Esperti qualificati.

Con l’attuale normativa (D.lgs 230/1995 e s.m.i.) i TTSSRM sono stati esclusi riservando l’abilitazione ai solo laureati o diplomati universitari (laurea breve) in fisica, o in chimica, o in chimica industriale o in ingegneria e un periodo di tirocinio di almeno 120 giorni lavorativi presso strutture che utilizzano sorgenti per le quali è richiesta l’abilitazione.

Considerato che la Federazione Nazionale Collegi TTSSRM ha avviato proprio in questi mesi una intesa sul management nel settore della fisica medica presso il Ministero della Salute, una ulteriore esclusione della Laurea in TRMIR (TTSSRM) fra i requisiti e i titoli per l’ammissione all’esame di abilitazione nell’elenchi degli esperti qualificati di I e II Grado costituirà l’ennesima prova di inadeguatezza ed incapacità dell’attuale Comitato Centrale della Federazione Nazionale TTSSRM.

Per leggere il Decreto Legislativo del Governo 17 marzo 1995 n° 230

“Attuazione delle direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 92/3/Euratom e 96/29/Euratom in materia di radiazioni ionizzanti.”

così come modificato: dal D.Lgs. 26 maggio 2000, n. 187, dal D.Lgs. 26 maggio 2000, n. 241, dal D.Lgs. 9 maggio 2001, n. 257, dal D.Lgs. 26 marzo 2001, n.151, e dalla Legge 1 marzo 2002, n. 39, clicca il seguente link:

allegatoV espertiqualificati

 

2) È stato pubblicato il bando per la 2° edizione del Master Universitario di Radiologia Vascolare, Interventistica e Neuroradiologia per l’anno Accademico 2014 – 2015 rivolto anche ai TTSSRM e organizzato dalla Università degli Studi di Bologna in collaborazione con AITRI.

Ulteriori informazioni possono essere reperite al sottostante link:

http://consultatsrm.altervista.org/category/formazione/

 

Cari saluti

Francesco P. Sellitti

Abilitato alle Funzioni Direttive
Sanitarie, Formativo-didattiche e di Ricerca

TSRM Specialista in
Tecniche di Ecografia Cardiaca e Vascolare


T.S.R.M. – SONOGRAPHER
http://www.facebook.com/groups/395723953852111/
Nota:

Se altri colleghi, strutturati e studenti, desiderano essere inseriti nella mailing list TSRM, possono inviare la richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected] con all’oggetto

“RICHIESTA ISCRIZIONE MAILING LIST TSRM”.

3 Risposte a “TSRM ESPERTO QUALIFICATO e MASTER UNIVERSITARI”

  1. La Normativa di riferimento: Artt. 77 e 78 del D.lgs. 17 marzo 1995, n. 230 e s.m.i. Allegato V del Decreto Legislativo n.241 del 26.05.2000, così come specificato da Francesco Paolo stabilisce non solo i requisiti e le modalità necessarie per sostenere l’esame di stato per l’iscrizione nell’elenco nazionale degli EQ ma anche le competenze da padroneggiare per poter superare l’esame. Credo che molte tra le competenze necessarie per l’iscrizione nei suddetti elenchi (specie per il I e II grado) un TSRM che abbia studiato diligentemente durante il corso di laurea, ce li abbia. Che dire? Ancora una volta (sono ormai vent’anni che esercito questa professione) rimpiango il fatto di non aver seguito un corso di studi, almeno sulla “carta”, ritenuto dal “legislatore” più serio del nostro.
    Con una profonda sensazione di nausea…
    Francesco Sciacca, PhD

  2. scandaloso, la federazione in questi anni ci ha riempito di discorsi sulla elevazione della nostra professionalita’ l’ univerita’ ecc. sul fatto di acquisire nuove competenze ed occupare nuovi spazi professionali, e poi quando si deve impegnare affinche’ cio’ accada non si fa’ nemmeno vedere, scandaloso!

  3. Scusatemi non riesco ha capire l’importanza di questa federazione,ma non solo,ma anche l’importanza dei vari collegi. Perchè la nostra categoria deve avere la laurea specialistica per accedere all’esame di esperto qualificato? e le altre no.I veri esperti in materia e il TSRM
    Cari colleghi noi paghiamo per tenere questi signori nei vari posti di comando, ma è possibile che non riusciamo a farli lavorare.Quindi svegliamoci perchè c’è la Crisi.Come dicono i nostri POLITICIII

I commenti sono chiusi.