Crea sito

TRASPARENZA E RISPETTO PER I TSRM

02 febbraio 2015 – Informativo 2/2015:

TRASPARENZA E RISPETTO PER I TSRM

Il 13-15 Marzo 2015 si terranno le elezioni per il rinnovo del Comitato Centrale della Federazione Nazionale Collegi TSRM.

Gli aventi diritto al voto sono i Presidenti dei Collegi provinciali/interprovinciali che potranno esprimere un numero di voti proporzionale al numero degli iscritti all’albo del proprio collegio (un voto per ogni duecento iscritti e frazione di duecento).

Negli anni passati la votazione è sempre avvenuta tramite accordi tra Presidenti in base alla ripartizione delle “poltrone” ovvero degli incarichi e dei ruoli in seno all’Istituzione, tanto che “la parte del leone” l’hanno sempre fatta i Presidenti di Collegio con il maggior numero di voti a disposizione.

Queste logiche e l’assenza di obiettivi e programmi preventivamente dichiarati e resi pubblici prima delle elezioni, hanno portato ad una gestione della nostra Cosa Pubblica in modo personalistico secondo quel pensiero medievale del “principe illuminato” che agisce nell’interesse della “plebe ignorante”, fino a sottoscrivere, in modo non partecipato e non condiviso dalla base, Accordi capestro ed involutivi quale è stata l’Intesa su “Management della erogazione delle prestazioni di diagnostica per immagini” del dicembre 2013.

I TSRM hanno chiaramente ed inequivocabilmente detto BASTA a questo modo di agire, infatti, al sondaggio che la scrivente Consulta Nazionale per la Professione di TSRM ha realizzato circa un anno fa (02-03-2014), un numero non trascurabile di colleghi così si è espresso:

DATI DEL SONDAGGIO:

  • Hanno risposto al sondaggio 2076 TSRM
  • Non sono state contabilizzate 327 risposte (15,7%)
  • Risposte ritenute valide per il sondaggio 1749

domanda 1): Sei d’accordo che bisogna avere un ricambio delle cariche del Comitato Centrale della Federazione TSRM perché occupate dalle stesse persone da svariati anni, tra cui diversi pensionati?

95% SI                   5% NO

domanda 2): Ti riconosci nei componenti del Comitato Centrale della Federazione TSRM?

12% SI                   88% NO

domanda 3): Ti farebbe piacere poter indicare direttamente i rappresentanti di tuo gradimento in Comitato Centrale (visto che tutti noi indistintamente siamo eleggibili) previa una lista di candidati identificabili dai loro curriculum?

95% SI                   5% NO

domanda 4): Per il grave livello di disaffezione verso le istituzioni professionali, alle votazioni per le elezioni dei componenti dei Consigli Direttivi dei Collegi Provinciali TSRM si presentano mediamente un numero di colleghi pari solo al 10-15%. I Presidenti eletti nei Collegi Provinciali, a loro volta eleggono i membri del Comitato Centrale esprimendo invece un numero di voti proporzionali al 100% dei loro iscritti. Questo determina che i Presidenti dei collegi provinciali con il più alto numero di iscritti condizionano la scelta dei Massimi Dirigenti e del Presidente della Federazione con cordate di tipo politico. Sei a conoscenza di tale incongruenza?

30% SI                   70% NO

domanda 5): Ad oggi i TSRM sono esposti penalmente perché in 14 anni le nostre massime Istituzioni Professionali non si sono mai adoperate per mettere in discussione il D.L. 187/2000. Approvi la recente linea politico-professionale che sta portando avanti la Federazione Nazionale TSRM?

16% SI                   84% NO

 

Questa volta i TSRM esigono RISPETTO!

–          I TSRM vogliono essere informati dai rispettivi Consigli Direttivi di Collegio provinciale su quali sono le posizioni e gli obiettivi che intendono proporre in seno al Consiglio Nazionale elettivo;

–          Quali criteri intendono impiegare per la scelta dei componenti del Comitato centrale;

–          Quali sono le proposte che il proprio Collegio intende sostenere e votare.

Per un vero cambiamento e per realizzare un’Istituzione Pubblica degna di questo nome, i TSRM chiedono TRASPARENZA E COINVOLGIMENTO nelle scelte che inevitabilmente si ripercuoteranno sul proprio agire professionale e lavorativo quotidiano.

I TSRM vogliono conoscere preventivamente il Programma proposto e quindi il Gruppo che si propone di realizzarlo una volta eletto nel Comitato Centrale.

I TSRM chiedono di essere informati costantemente sulle iniziative che il nuovo gruppo dirigente intende adottare.

Molti sono gli argomenti che il nuovo gruppo dirigente deve affrontare, certamente i primi sono:

–          La immediata modifica del D.lgs 187/2000, alla luce delle nuove direttive europee, tale che il TSRM possa lavorare “in sicurezza” mettendo in pratica le competenze professionali acquisite con la Laurea TRMIR, PAGATA CON DENARO PUBBLICO e nel pieno rispetto delle Leggi dello Stato italiano;

–          Modifica dell’Intesa su “Management della erogazione delle prestazioni di diagnostica per immagini” per ridare dignità alla nostra Professione, riconoscendo al TSRM ASSOLUTA TITOLARITÀ E AUTONOMIA in ambito delle tecniche e tecnologie di radiologia medica e per immagini, radioterapia e fisica medica, senza l’ultima parola di alcuno;

–          Individuare VERE! E NUOVE COMPETENZE per i TSRM mediante l’applicazione anche per la nostra professione della riforma universitaria (3+2) con l’istituzione di CdLM in ambito clinico-professionale;

–          Trasparenza e pubblicazione delle spese sostenute dalla Federazione ed in particolare quelle riferite ad incarichi, consulenze, rimborsi spese, ecc.

–          Nuovi Regolamenti interni all’Istituzione che prevedano maggiore trasparenza e democrazia, limite di mandati nel rivestire le cariche istituzionali e coinvolgimento della “base” dei TSRM nelle scelte di carattere politico-professionale e comunicazioni costanti;

–          Fenomeno della disoccupazione/inoccupazione ed esubero formativo. Urge una razionalizzazione del numero di studenti e del numero delle sedi formative. Le sedi non impiegate per il CdL, potrebbero essere impiegate per la formazione del TSRM con VERE E NUOVE COMPETENZE (CdLM);

–          Reinserimento della Professione di TSRM nell’elenco di quelle che possono acquisire la qualifica di Esperto Qualificato.

Per una maggiore comprensione invitiamo a leggere l’Informativo della Consulta TSRM dal titolo “A TUTELA DELLA PROFESSIONE DEL TECNICO SANITARIO DI RADIOLOGIA MEDICA” al seguente link:   http://consultatsrm.altervista.org/informativo-42014-tutela-professione-tecnico-sanitario-radiologia-medica/

Tanti sono gli argomenti che devono essere affrontati, ci aspettiamo di conoscere al più presto i Programmi e i Gruppi che si propongono alla guida della nostra Professione.

La Consulta Nazionale per la Professione di TSRM mette a disposizione, oltre alla propria collaborazione, anche i propri strumenti di comunicazione per diffondere i Programmi e i Gruppi che intendono proporsi al vertice della Federazione Nazionale TSRM.

PER SCARICARE LA VERSIONE DA STAMPARE CLICCA IL SEGUENTE LINK: Info Professione TSRM 2-2015 Trasparenza e Rispetto per i TSRM

Distinti saluti

I TSRM:

http://consultatsrm.altervista.org

Sellitti Francesco Paolo (Torino)Agostinelli Riccardo (Parma)Alemanno   Antonio (Foggia)

Amadasi Giuliano (Parma)

Aquilino Antonino (Cosenza)

Bagli’ Gaetano (Enna)

Baiocchi Giorgio (Roma)

Baldassarri Walter (Cecina-Livorno)

Barillaro Osvaldo (Genova)

BattIno Immacolata (Vigevano-Pavia)

Battista Matteo (Catania)

Bertanelli Mario (Meda-Monza Brianza)

Bianchi Oreste (Vigevano-Pavia)

Boccaccio Fabio (Genova)

Boccafoschi Rosario (Catania)

Boi Maurizio (Cagliari)

Bombarda Giovanni (Bologna)

Borgato Nadia (Torino)

Bottazzi Daniela (Vigevano-PV)

Buttà Benedetto (Catania)

Caldarone Santo (Catania)

Camarda Michele (Bronte-CT)

Campagnoli Marco (Novara)

Cannata Irene (Reggio Calabria)

Cantore Salvatore (Genova)

Caruso Olivio (Ragusa)

Castellano Alessio (Genova)

Castorina Maria Grazia (Sassari)

Cellana Anna (Lidero-Trento)

Ceolato Massimo (Pallanza-Verbiana)

Certo Giovanni (Messina)

Chiatamona Ranieri Carmine (Roma)

Cianchino Paolo (Ragusa)

Ciarella Maria Assunta (Canistro-L’Aquila)

Ciavola Maria Agata (Catania)

Contini Ernesto (Verona)

Corbari Michela (Cremona)

Cortissone Gian Mario (Vercelli)

Cossu Maria Cristina (Cagliari)

Cristianini Marco (Albano Laziale-Roma)

D’errico Francesco (S. Giovanni Rotondo-FG)

De Angelis Tommaso (Caserta)

De Mariano Angioletta (Vercelli)

De Santis Pier Francesco (Fermo)

Degani Anna (Brescia)

Di Costanzo Luigi (Pollena Trocchia-Napoli)

Di Landro Giovanni (Siderno-Reggio Calabria)

Di Mauro Marco (Roma)

Di Nunno Modesto (Bari)

Di Simone Rosario (Niscemi-Caltanisetta)Falzone Alfredo (Palermo)Fazzi Francesco (Lecce)

Felcioloni Daniele (Sesto Fiorentino-Firenze)

Ferrazzoli Patrizia (Vigevano-PV)

Fiordelli Piero (Perugia)

Fichera Cristian (Monza)

Franchino Filippo (Enna)

Giuntini Alfonso (Roma)

Gorgoglione Bambina (S. Giovanni Rotondo-FG)

Guadalupi Andrea (Brindisi)

Guerra Alessandra (Vigevano-Pavia)

Iatarola Alessandro (Roma)

Iavarone Raffaele (Brescia)

Imbrò Ivelisa (Siracusa)

Lai Virgilio (Cagliari)

Levati Catia (Busto Arsizio-Varese)

Li Pizzi Gabriele (Reggio Emilia)

Licenziato Paola (Novara)

Loiodice Francesco (Bari)

Lucarelli Duilio (Gallarate-Varese)

Malavolta Antonio (Roma)

Mallus Stefano (Cagliari)

Marcellini Simonetta (Roma)

Marchesi Daniel (Fermo)

Marzocchi Sergio (Ferrara)

Massignan Marco (Vigevano-Pavia)

Matteucci Claudio (Bologna)

Mazzeo Antonio (Napoli)

Meazza Andrea (Cesano Maderno-MB)

Meldini Claudio (Vercelli)

Merighi Maria Aurelia (Ferrara)

Messina Giuseppe (Augusta-Siracusa)

Metta Michele (Pavia)

Minoia Andrea (Putignano-Bari)

Minutelli Stefano (Peschiera del Garda-VR)

Monterisi Davide (Milano)

Monti Leonardo (Bologna)

Morleo Giovanni (Taranto)

Moroni Marco (Roma)

Moyano Hugo Ruben (Pavia)

Murace Massimi (Crotone)

Murru Sergio (Cagliari)

Muzzi Claudio (Bergamo)

Orfano’ Anna Maria (Paternò-Catania)

Orondini Fabio (Lecce)

Pacifici Stefano (Roma)

Paffetti Antonio (Zevio-Verona)

Panfili Riccardo (Genova)

 

Panxhi Arban (Peschiera del Garda-VR)Pastor Lopez Maria Juana (Milano)Patrizio Antonio (Foggia)

Pelegata Pierluigi (Vigevano-Pavia)

Perrone Cristina (Siderno-Reggio Calabria)

Petrenga Salvatore (Gallarate-Varese)

Pignataro Giuseppe (Trani-BAT)

Prunella Pasqua (Monopoli-Bari)

Pignataro Giuseppe (Trani-BAT)

Puleo Gianluigi (Oristano)

Radi Ferdinando (Roma)

Raiano Nicola (Napoli)

Rinaldi Giuseppe (Milano)

Rinaldi Ilaria (Carpi-Modena)

Riva Carlo (Ponte San Pietro-Bergamo)

Rizzuto Pietro (Gallarate-Varese)

Rossi Davide (Genova)

Ruggiero Luigi (Vicenza)

Russo Alessandra (Augusta-SR)

Russo Carmela (S. Giovanni Rotondo-FG)

Russo Gregorio (Vigevano-Pavia)

Santucci Stefano (Roma)

Sarti Bruno (Genova)

Scala Francesco (Siracusa)

Scalia Orazio (Catania)

Sciacca Francesco (Augusta-Siracusa)

Serafini Demetrio (Macerata)

Serena Luca (Genova)

Sinceri Rosalba (Arezzo)

Solano Tommaso (Vibo Valentia)

Sosto Salvatore (Bologna)

Spada Calogero (Gallarate-Varese)

Speciale Michelangelo (Bagheria-Palermo)

Spilotro Donatantonio (Castellana Grotte-Bari)

Spinelli Francesco Antonio (Reggio Calabria)

Taini Gabriele (Ancona)

Talomo Rocco (Padova)

Tancredi Anna (S. Giovanni Rotondo-FG)

Tombesi Marco (Macerata)

Trifilò Gaetano (Acireale-Catania)

Trigiani Mattia (S. Giovanni Rotondo-FG)

Ugolini Gianni (Lodi)

Vallefuoco Massimo (Napoli)

Vargiu Nicolino Giuseppe (Sassari)

Vernazzani Luigi (Livorno)

Vicari Manolo (Roma)

Violante Domenico (Avellino)

Zarrelli Carmina (Vigevano-Pavia)