Crea sito

Informativo 3/2014: 12 COLLEGHI TSRM E 2 MEDICI FINISCONO DEFINITIVAMENTE SOTTO PROCESSO

La Consulta TSRM

15 febbraio 2014

 

Informativo 3/2014:

12 COLLEGHI TSRM E 2 MEDICI FINISCONO DEFINITIVAMENTE SOTTO PROCESSO

 

Come prevedibile, l’intesa su “Management della erogazione delle prestazioni di diagnostica per immagini” del 17 dicembre 2013, non è servita neanche a salvare i colleghi di Barga,  così come ci è stato detto dal Presidente e Comitato Centrale della Federazione anche in occasione dell’assemblea di Lucca a ottobre 2013 infatti, pare dopo tre ore di dibattimento, il Dr. Pezzuti GUP di Lucca, ha purtroppo rinviato a giudizio i 12 colleghi TSRM di Barga e i 2 medici così come riportato anche dal quotidiano “Il Tirreno” al sottostante link


http://iltirreno.gelocal.it/lucca/cronaca/2014/02/13/news/rx-senza-il-medico-in-14-finiscono-sotto-processo-1.8662716

RIVOLGIAMO AI COLLEGHI TSRM E AI MEDICI COINVOLTI TUTTA LA NOSTRA SOLIDARIETÀ E IL NOSTRO SOSTEGNO, CONVINTI DI CONTINUARE A BATTERCI PER RIAPPROVARCI DELLA NOSTRA DIGNITÀ UMANA E PROFESSIONALE E LAVORARE NEL SEGNO DELLA LEGALITÀ!

Qui di seguito vi riportiamo un estratto dell’articolo dal titolo “Ed ora torniamo al lavoro sulle competenze dei TSRM” che il Presidente della Federazione TSRM, in accordo con il Comitato Centrale, ha pubblicato in data 31 gennaio 2014 su “Quotidiano Sanità”:

“ … Dopo appena tre riunioni (29 ottobre, 20 novembre e 17 dicembre), il gruppo di lavoro composto dai rappresentanti di tutte le Istituzioni, Società e Associazioni scientifiche interessate, ha licenziato il documento “Management della erogazione delle prestazioni di Diagnostica per Immagini”, proprio finalizzato a soddisfare la prima delle richieste formulate dalla Conferenza Stato Regioni: trovare una soluzione alle problematiche derivanti dalle denunce avanzate nei confronti di alcuni TSRM operanti presso una Casa della Salute e un Presidio territoriale dell’ASL di Lucca, in assenza fisica del medico radiologo.

Per leggere l’intero articolo su QS clicca il link qui sotto:

http://www.quotidianosanita.it/lettere-al-direttore/articolo.php?articolo_id=19453

PER NON DIMENTICARE E PER UNA MAGGIOR COMPRENSIONE VI RIPORTIAMO QUI DI SEGUITO LE ACCUSE CHE LA PROCURA DI LUCCA RIVOLGE AI COLLEGHI DI BARGA (UGUALI A QUELLE DI MARLIA) E PER LE QUALI SONO STATI DEFINITIVAMENTE RINVIATI A GIUDIZIO IL 12 FEBBRAIO 2014:

… omissis …

C) delitto p. e p. dagli artt. 81, 110, 348 C.P. perché in concorso tra di loro nelle loro qualità di Tecnici Sanitari di Radiologia Medica (TSRM), abusivamente esercitavano la professione di medico specialista in radiologia; in particolare attraverso le procedure operative concretamente utilizzate presso l’U.O. Radiologica del presidio ospedaliero “S. Francesco” di Barga, ove si applicavano procedure di telerefertazione degli esami ortopedici al di là dei casi ammissibili, consentendo così che venissero effettuati da parte dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica (TSRM) esami radiologici istituzionali e in caso di urgenza differibile in assenza del medico specialista, svolgendo quindi i TSRM compiti esclusivi dello specialista radiologo (quale l’inquadramento clinico anamnestico, la giustificazione dell’esame proposto e l’informativa per il consenso).


Fatti commessi in Lucca – Barga a far data dal gennaio 2010 al luglio 2012.


D) contravvenzione p. e p. dagli artt. 3, 10 e 14 commi 1 e 3
D. L.vo n. 187/2000 perché tramite le condotte descritte sub C) violavano gli obblighi di cui all’art. 3 in tema di giustificazione dell’esposizione alle radiazioni; …”

Quindi secondo il Giudice non bisogna fare proprio quello che è previsto dall’accordo del 17 dicembre 2013 Management della erogazione delle prestazioni di diagnostica per immagini; l’accordo tra Federazione, SIRM e SNR, che contestiamo perché sbagliato nel merito e nelle modalità di attuazione, altro non è se non una fotografia dell’attuale situazione delle radiologie di almeno mezza Italia e che va immediatamente modificata e adeguata alla Legge.

Giunti a questo punto ci chiediamo:

  • A quale struttura di radiologia toccherà la prossima volta?

  • Toccherà ad una struttura di radiologia della Toscana o, come è possibile, anche di altre regioni?

  • QUAL’È IL CORRETTO COMPORTAMENTO CHE I TTSSRM DEVONO ADOTTARE DURANTE IL LAVORO PER NON FINIRE SOTTO PROCESSO?

  • DIRE IN MODO CHIARO ED INEQUIVOCABILE QUALE DEVE ESSERE IL COMPORTAMENTO CHE I TTSSRM DEVONO ADOTTARE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE NON È COMPITO E DOVERE DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE DEI COLLEGI PROFESSIONALI TTSSRM?

Queste ed altre domande di notevole importanza per i TTSSRM rientrano nei 18 quesiti che noi della Consulta Nazionale per la Professione di TSRM abbiamo rivolto alla Federazione ed ai quali, vogliamo ricordarlo, la Federazione si guarda bene dal rispondere.

In attesa di una sollecita e chiara risposta da parte della Federazione, i TTSSRM continuano a pagare le tasse d’iscrizione al Collegio e i Collegi finanziano con circa 1.000.000,00 di euro/anno la Federazione.

Distinti saluti

I TTSSRM:

Sellitti Francesco Paolo (Torino)

Alemanno Antonio (Foggia)

Arboco’ Emanuela (Genova)

Bagli’ Gaetano (Enna)

Bombarda Giovanni (Bologna)

Brian Daniele (Roma)

Buttà Benedetto (Catania)

Camarda Michele (Bronte-CT)

Caputo Antonio (Telese Terme-BN)

Cerino Pasquale (Benevento)

Contini Ernesto (Verona)

Cortissone Gian Mario (Vercelli)

Ferrazzoli Patrizia (Vigevano-PV)

Franchino Filippo (Enna)

Iavarone Raffaele (Brescia)

Izzo Gerarda (Milano)

Licenziato Paola (Novara)

Mazzeo Antonio (Napoli)

Meazza Andrea (Cesano Maderno-MB) Monterisi Davide (Milano)

Moroni Marco (Roma)

Orondini Fabio (Lecce)

Pacifici Stefano (Roma)

Panci Simone (Firenze)

Panfili Riccardo (Genova)

Rinaldi Giuseppe (Milano)

Ruggiero Luigi (Vicenza)

Santucci Stefano (Roma)

Sciacca Francesco (Siracusa)

Serena Luca (Genova)

Soliani Margherita (Pistoia)

Spada Calogero (Gallarate-VA)

Taini Gabriele (Ancona)

Tombesi Marco (Macerata)

Torrisi Vincenzo (Catania)

Vernazzani Luigi (Livorno)

Wirz Enrico (Modena)

Zarrelli Carmina (Vigevano-PV)