Crea sito

Candidature e programma per le elezioni del Comitato Centrale della Federazione Nazionale Collegi TSRM: 27-29/01/2018

Nei giorni 26-29 gennaio 2018, si terranno le elezioni per il rinnovo del Comitato Centrale della Federazione Nazionale Collegi TSRM. Ad oggi, nel segno della trasparenza e del rispetto della professione e dei TSRM, ci risulta che hanno presentato la propria candidatura con un programma di intenti, i seguenti colleghi:

Francesco Paolo Sellitti candidato per il Comitato Centrale,

Antonio Alemanno candidato per i Revisori dei Conti,

Calogero Spada per il Comitato Centrale.

Qui di seguito i loro programmi:

_____________________________________________________________

  • Programma di Francesco Paolo Sellitti

Francesco Paolo SELLITTI

TSRM iscritto al Collegio professionale interprovinciale di TO-AO-AL-AT

[email protected]

25 gennaio 2018

Al Consiglio Nazionale Federazione Nazionale Collegi Professionali TSRM

e.p.c. Al Comitato Centrale della Federazione Nazionale Collegi Professionali TSRM

Oggetto: mia candidatura alle elezioni per il rinnovo del Comitato Centrale della FN Collegi Professionali TSRM.

Gentili Presidenti, buona sera,

con la presente missiva pongo la mia candidatura per le elezioni del Comitato Centrale della nostra Federazione convinto di poter dare un contributo per la valorizzazione della nostra professione nel segno della trasparenza, della democrazia e della condivisione e partecipazione collettiva dei TSRM, convinto anche che la pluralità è elemento arricchente e rafforzante.

Nel segno di questi valori umani ritengo che sia ormai non più procrastinabile affrontare in modo risolutivo i seguenti argomenti:

  • alla luce dell’ultimo caso di una TSRM indagata per abuso di professione medica per aver semplicemente svolto la propria professione, impone in prima istanza di intervenire con la massima urgenza a livello politico-parlamentare nazionale ed europeo perché il prossimo Decreto Ministeriale in applicazione della direttiva 2013/59/Euratom riconosca al TSRM il ruolo di “Practitioner”, riservandogli non la delega, ma la titolarità, l’autonomia e la responsabilità nella conduzione delle indagini di diagnostica radiologica (operatività già in essere quotidianamente ovunque sul territorio nazionale);
  • quindi valorizzare concretamente la professione anche alla luce della neo istituzione dell’Ordine professionale che, come noto, si differenzia dall’istituzione Collegio proprio per la particolarità di diventare professione intellettuale, costituita quindi da professionisti laureati che esercitano con caratteristiche di autonomia e competenze specifiche (con titolarità), se non in esclusiva, ma certamente in forma condivisa, di attività proprie e riservate: la corretta traduzione del termine “practitioner” pone rimedio alle attuali ambiguità affermando in modo inequivocabile che nell’ambito di indagini che utilizzano radiazioni ionizzanti a scopo medico, il TSRM è l’operatore ideale e abilitato a tali attività;
  • in questo periodo di importanti cambiamenti sociali oltre che professionali, è necessario richiedere con forza, in sinergia con le altre professioni sanitarie di area tecnico-infermieristiche, la piena applicazione della riforma universitaria DM 270/2004 anche per le nostre professioni, insistendo perché vengano attivati Corsi di Laurea Magistrale professionalizzanti (un vero 3+2 come in tutte le altre Scuole universitarie) e il Dottorato di ricerca nei nostri Settori Scientifico Disciplinari (SSD): è ora che a formare i nostri giovani colleghi siano anche i TSRM, mediante un percorso formativo propedeutico per rivestire il ruolo di Ricercatore e di Professore universitario di I e II fascia come è già avvenuto, in diverse università italiane, per i colleghi infermieri;
  • sono elementi necessari e irrinunciabili la trasparenza, la condivisione e la partecipazione alle iniziative di politica professionale da parte del Consiglio nazionale che è il vero ed unico protagonista delle scelte della Federazione; lo stesso vale per quanto riguarda i bilanci economico-finanziari della Federazione;
  • la partecipazione e la comunicazione con tutti i TSRM sono un elemento indifferibile per creare veramente una comunità di donne e uomini con senso di appartenenza e di solidarietà un c.d. “corpo unico”;
  • promuovere la nostra professione fra la cittadinanza, perché solo il loro riconoscimento e la loro consapevolezza dell’importanza del Tecnico radiologo potrà rafforzarci e consentirci di trovare solidarietà e consenso fra gli utenti;

Concludo questa mia breve dichiarazione di intendi impegnandomi a sostenere e portare avanti questi obiettivi.

Grazie per l’attenzione e cordiali saluti

Francesco P. Sellitti

___________________________________________________________

 

  • Programma di Antonio Alemanno

IL DOVERE DEL DISSENSO. Candidatura al Collegio dei Revisori dei conti. Antonio Alemanno

Siamo la Federazione più avida, in un sistema che non prevede nessuna opposizione.

Avidità

Delle tre Federazioni nazionali, i TSRM sono quelli che versano di più al proprio Comitato centrale: 33,60€ l’anno a testa. Gli infermieri si assestano a circa 7€, le ostetriche poco più di 20€.

La FNOPI (ex IPASVI) gestisce 3 milioni di euro a fronte di 440.000 iscritti, almeno 15 volte più numerosi di noi TSRM che contribuiamo con quasi un milione di euro. La Federazione delle ostetriche, 21.000 professionisti, gestiscono entrate per la metà delle nostre.

In un sistema come quello attuale, in cui il Comitato centrale assegna progettualità che il Consiglio nazionale non può verificare negli esiti, è importante capire i meccanismi di gestione del bilancio affinché – una volta conosciuti dall’interno- si traducano in proposte da sottoporre a tutti i presidenti di collegio. A tal proposito, aspiro al ruolo di revisore dei conti per poter dare il mio contributo dopo aver avuto accesso al sistema dei rimborsi spese del Comitato centrale & collaboratori: il sistema attuale è tutto in perfetta legalità, ma è anche un sistema giusto?

Se per la legalità il riferimento è la norma comune, per valutare l’eticità di una scelta si usano parametri più personali: la trasparenza, la condivisione, l’informazione preventiva. Tutti principi per i quali questo attuale Comitato centrale, a mio avviso, ha lasciato molto a desiderare (basti pensare a come ha gestito la direttiva europea, la polizza assicurativa … queste elezioni).

Ma tornando ad un esempio spicciolo, solo a luglio 2017 compare per la prima volta sull’Area Trasparenza del sito web nazionale il Regolamento dei rimborsi spese e le indennità di trasferta: 50€ e albergo a 4 stelle. Un regolamento simile che giunge in una Federazione solo dopo 50 anni, sa un po’ di casta! Così come le tante trasferte all’estero di cui il Consiglio nazionale non ha mai ottenuto contezza dei risultati: tutto legale, ma giusto? Mi piacerebbe anche non “esportare” questo sistema nel futuro Ordine.

Opposizione

La mia opposizione in questo triennio è sempre stata contro i progetti (e il modo di condurli) di questo Comitato centrale, mai contro la leadership. Tuttavia, in un sistema che non prevede una opposizione formale è importante dissentire, verbo da non confondere con “contestare”. Se dovessi tacere su ciò che per tante ragioni non condivido, sarei corresponsabile. E a nulla vale quella falsa idea di unità che tanto piace a molti di voi, spesso si tratta più di sentirsi sicuri che liberi.

Per cui, la mia candidatura tra i revisori dei conti è per poter dissentire meglio, in maniera più accurata. A chi ama il dissenso, io chiedo il voto in queste improvvisate elezioni. Al Comitato centrale offro solo una sana opposizione, perché è proprio quando non c’è opposizione che le rappresentanze diventano corresponsabili delle difficoltà nostre e (soprattutto) degli iscritti.

Il Presidente del Collegio TSRM Foggia – Antonio Alemanno

_________________________________________________________________

02-02-2018: RISULTATI ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL COMITATO CENTRALE DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE TSRM DEL 26-29 gennaio 2018. FNCPTSRM_esiti_scrutinio_CC_CRdC_2018-2020-

 


ISCRIZIONE MAILING LIST TSRM:  Se altri colleghi, strutturati e studenti, desiderano essere inseriti nella mailing list TSRM, possono inviare la richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected]  con all’oggetto “RICHIESTA ISCRIZIONE MAILING LIST TSRM“.